La fine dell’uguaglianza

luglio 14, 2015 in Puntate e recensioni

puntata del 16 luglio 2015

un libro di Vittorio Emanuele Parsi,

L’uguaglianza come principio fondamentale impresso nel marmo della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti. L’uguaglianza come frutto complesso di equilibrio tra il libero mercato ed il sistema politico della democrazia. L’uguaglianza come il valore primo ed indelebile dell’Occidente, principio messo in forse dalla seconda meta degli anni Settanta e profondamente minacciato dall’attuale crisi economica.

Dal New Deal alla Seconda Guerra Mondiale, da Reagan e Thatcher al crollo del Muro di Berlino, fino alla Cina dei nostri giorni e alla traballante Grecia. Il libro snocciola le proprie argomentazioni in ordine un po’ sparso e segue il filo della storia per raccontare quello che è successo al principio dell’uguaglianza attraverso i decenni.

Il punto di domanda fondamentale resta: cosa ne sarà dell’uguaglianza dopo la crisi? Come ne usciremo e di quale nuovo ordine sarà alfiere l’Occidente? Se mai ci saranno alfieri, ad essi va l’attenzione dell’autore, appassionato sostenitore del ruolo della politica; una politica che si deve riscoprire, una politica il cui ruolo dobbiamo ritrovare prima che il mercato e le sue crisi lascino definitivamente soccombere il principio primo ed ultimo, l’unico per il quale valga ancora la pena di combattere: l’uguaglianza!

 

Buona lettura e buon ascolto

Sandra Simonetti