Il negro del Narciso

luglio 19, 2015 in Puntate e recensioni

puntata del 23 luglio 2015

un libro di Joseph Conrad,

La voce narrante di Conrad s’imbarca per la traversata in nave, a bordo del Narciso, da Bombay a Londra. Sul veliero, uno spaccato della società e delle sue dinamiche: “Aveva a bordo la completata saggezza di Singleton, le delicate suscettibilità di Donkin, e l’altezzosa follia di noi tutti.” Tra i marinai, il “negro” cui tutti rivolgono le proprie attenzioni in quanto in fin di vita.

Ad imbarcarsi sul Narciso, si sono tutti i lettori che questo primo romanzo importante di Conrad è in grado di richiamare sul ponte, accompagnati dagli alisei delle virtù umane, come pure dai marosi dei nostri difetti. Tutti, accomunati dal destino di responsabilità che l’essere marinaio – un po’ come l’essere uomo – implicano; tutti, messi di fronte ai grandi interrogativi dell’esistenza e dal confronto tra il mare dell’avventura e dell’introspezione e la terra polverosa cui attraccare, per la quale o a causa della quale morire.

A rendere la lettura particolarmente piacevole nel suo essere profonda, lo stile di Conrad, capace del più crudo Realismo e al contempo d’innalzare i dettagli della realtà, al piano della Metafisica. Oppure dovremmo dire, uno stile che si cala nell’animo umano e che lo scandaglia profondamente, facendone emergere brutture e glorie. Conrad crea e fa splendere quindi il ponte tra il visibile e ciò che Saint-Exupéry definirebbe “l’essenziale”…

 

Buona lettura e buon ascolto!

Sandra Simonetti