Il cuore di Gulfo

dicembre 25, 2015 in Puntate e recensioni

puntata del 31 dicembre 2015

un libro di Gloria Baisini,

Con questo lungo racconto allegorico, amici ascoltatori, chiudiamo il 2015 e ci proiettiamo verso il 2016, con l’augurio dell’autrice! Gloria Baisini, camuna, è ora al suo quarto libro, un testo che – come ci ha raccontato lei durante l’intervista inserita nella puntata – si discosta dai precedenti. Vero che protagonista è un gatto – apparentemente almeno – ma ad emergere da questo centinaio di pagine sono soprattutto le emozioni ed i rischi che corriamo quando non le teniamo nella dovuta considerazione.

Gulfo è finito sulla Terra per errore: viene da un altro pianeta, dove il motto “mors tua, vita mea” non vale, e sul quale ci si può anche innamorare di una stella. Ma quanto costa l’AMORE – l’autrice scrivendo di emozioni e sentimenti sceglie volutamente le maiuscole – quando non sappiamo aspettare o semplicemente considerarne fino in fondo la bellezza? Ed è appunto proprio dell’importanza delle emozioni, in un modo che vorrebbe invece fare prevalere il lato razionale dell’essere umano, che Gloria vuole parlare, in un racconto che è pensato anche per un genitore che la sera abbia voglia di leggere un racconto ai propri bambini.

Siamo tutti un po’ gatti randagi, finiti in un vicolo in seguito ad un errore, alla ricerca della nostra stella. Quanto conta l’amicizia vera, quanto l’amore assoluto? Ci piace l’idea di chiudere l’anno riportando l’attenzione su tematiche importanti per la nostra vita di tutti i giorni, facendolo in modo rilassato, tramite il piccolo Gulfo, i suoi occhi blu come la notte ed il suo dono di leggere l’animo degli altri esseri viventi. Lucilla, una ninfea ed i bambini di una casa famiglia – realtà cara all’autrice, psicologa oltre che scrittrice – sono solo alcuni dei personaggi che il lettore rimpicciolendo ad un’infanzia da Piccolo Principe incontra sul proprio cammino; un vero e proprio percorso, diretto verso la scoperta del proprio dono, di quello degli altri, e soprattutto verso l’ACCETTAZIONE, “il dono più bello” secondo l’autrice, nonché probabilmente quello più difficile da scoprire e coltivare.

Con questo racconto lungo, la sua semplicità che ricorda le favole, vi auguriamo un felice 2016!

Buon ascolto, buona lettura ed un ringraziamento particolare all’autrice.

Sandra Simonetti