La bambina e il sognatore

maggio 4, 2016 in Puntate e recensioni

puntata del 5 Maggio 2016

un libro di Dacia Maraini,

Nani fa il maestro alle elementari e non ha smesso di sognare, nemmeno da quando gli è morta la figlia di leucemia. Nani sogna di fare dei propri alunni dei pensatori, dei ragionatori che riescano a servirsi del proprio cervello per analizzare il mondo; ma sogna anche una bambina, incredibilmente simile alla propria, che è appena scomparsa.

Lucia è stata rapita poco lontano dalla scuola in cui Nani insegna, e lui lo scopre soltanto nel momento in cui accende la radio mentre si fa la barba. Lucia, la cui descrizione corrisponde alla bambina che ha appena sognato, è scomparsa e da quel momento il protagonista farà tutto il possibile per mettersi sulle sue tracce e ritrovarla, anche a costo di destare dei sospetti da parte degli inquirenti, che ben presto abbandonano il caso.

Nani coinvolge i propri alunni nell’intricato gioco di rimandi ed eventualmente in parte delle proprie indagini, conosce una mamma speciale che decide di partire alla volta della Cambogia per ritrovare la propria figlia e riportarla a casa, si scontra con la mentalità dominante del buonsenso, incarnato dalla voce della propria coscienza.

Nani, non è tuttavia un eroe, bensì un semplice cittadino che non ha smesso di credere ai sogni e che cerca disperatamente di fare pace con se stesso risolvendo i problemi degli altri. Faccia positiva del dio bifronte che tutela la generazione dei figli, incapperà nella versione atrocemente cupa del Geppetto che non solo dà vita, ma poi se ne appropria in modo totalizzante. Una Dacia Maraini scorrevole, che per la prima volta dà vita ad un protagonista di sesso maschile.

Buona lettura e buon ascolto,

Sandra Simonetti