La persona ideale, come dovrebbe essere?

giugno 15, 2016 in Puntate e recensioni

puntata del 16 Giugno 2016

un libro di Sheila Heti,

Diventare la persona ideale è l’ossessione di Sheila, protagonista di questo forte romanzo. Sheila è in effetti alla ricerca di se stessa; plasma e riplasma la propria personalità sulla base di quanto apprende da chi la circonda: un pezzetto da questa, un pezzetto da quello, Sheila si ridisegna, da vera artista circondata di pittori quale è.

Nel frattempo, la commedia che da anni cerca di scrivere incespica, priva di fondamento, oppure di slancio emotivo sincero. Da chi prendere spunto, mentre il matrimonio collassa e tutti sembrano avere un punto fermo attorno al quale ruotano, mentre lei resta ferma aggrappata all’asse di un carattere destrutturato? Dalla migliore amica: Margaux.

Di quanto ne risentirà l’amicizia, di cosa succederà alla commedia, ma soprattutto di quanto le insegneranno le pazzie fatte con Israel, lasciamo a voi il piacere della lettura. Se proprio ci state chiedendo suggerimenti su una possibile chiave per aprire la porta che racconta la nostra generazione di giovani donne frustrate, sappiate che la libertà richiede responsabilità e che non tutti nasciamo pronti per prenderci degli impegni.

Siate soprattutto pronte, giovani lettrici facilmente impressionabili, ad accettare che la bruttezza fa parte del gioco della vita e che per essere persone reali, bisogna anche essere capaci di agire senza il secondo fine di accumulare likes. Come dice Margaux:

“Tutte le cose controllate le trovo davvero brutte. Non brutte per il mondo, alla gente piacciono un sacco, ma a me sembrano davvero orribili. Per me sono la morte in persona.”

Buona lettura e buon ascolto!

Sandra Simonetti