Parole di Lucio

marzo 30, 2017 in Puntate e recensioni

puntata del 30 marzo 2017

un libro di Renato Marengo,

Lucio Battisti: divo della musica leggera italiana oppure competente musicista rock?! Questa la domanda alla base del libro, che ripercorre nel dettaglio la storia di un’intervista: l’intervista che il produttore e giornalista musicale Renato Marengo fece a Lucio Battisti e uscita su “Ciao 2001” del primo dicembre 1974.

“Il settimanale Ciao 2001, intanto, era in quel momento una sorta di “Bibbia” del rock, lo strumento attraverso il quale i ragazzi del tempo entravano in contatto con i grandi nomi della scena internazionale.”

L’intervista di Marengo avrebbe proiettato Battisti nelle orecchie del Rock e di quella fetta della popolazione italiana che considerava – a torto o a ragione – la musica battistiana come puramente leggera, ammiccante e sostanzialmente pensata per un ragazzo attraente dalla bella voce. A rivoluzionare il punto di vista sarebbe stato il nuovo lp, il lavoro forse più complesso e sperimentale dell’artista: “ANIMA LATINA“.

“Per quanto mi riguarda ho incontrato Battisti proprio mentre l’anima gli stava diventando latina.”

“ANIMA LATINA” arrivava dopo un viaggio del cantante in America Latina, ma il libro di Marengo – ricco di testimonianze dirette di musicisti e amici che come Battisti frequentavano lo studio di registrazione al Mulino – pone in evidenza le molte influenze che portarono alla realizzazione del disco. Non solo, ma traccia i dettagli di come un’amicizia intensa, seppur breve ed imprevedibile, prese vita in quei cinque giorni tra il musicista ed il giornalista, sincera al punto da portare il primo a rompere il lungo silenzio stampa che tanto dava da pensare al paroliere Mogol.

“Insomma Battisti parlava di peones, di popolo, di gente semplice e viva. Di esseri umani.”

Del libro parliamo OGGI alle h17 su Radio Voce Camuna (streaming da www.vocecamuna.it), mentre il podcast della puntata sarà disponibile da domattina su questa pagina. Buona lettura e buon ascolto,

Sandra Simonetti