Il Bosco delle Volpi

agosto 3, 2017 in Puntate e recensioni

puntata del 3 agosto 2017

un libro di Arto Paasilinna,

Tra la neve della Lapponia, il gangster Oiva Juntunen ha seppellito dei lingotti d’oro: quel che resta della refurtiva di un crimine commesso qualche anno prima; ora che i complici sono usciti di prigione, un famigerato serial-killer si è messo sulle sue tracce per reclamare la sua parte del bottino e a Oiva non resta che nascondersi nella tundra.

“Dovevano pur esserci al mondo luoghi più sicuri per un normale malvivente.”

Per quanto il nostro gangster tenterà d’isolarsi da tutto e da tutti, i suoi sforzi saranno ben presto vanificati da un maggiore dell’esercito, un’arzilla novantenne (con gatto ventenne al seguito), due ragazze di facili costumi e un guardiaforeste. L’allegra brigata – perché di un libro denso d’ironia, se non si fosse capito, stiamo parlando – gozzoviglierà in una ex capanna di boscaioli (e che capanna! verrebbe da esclamare).

“Non era vero, ma doveva proprio essere tutto vero?”

Mentre le stagioni si alternano, dalle bugie dei nugoli di zanzare estivi la Lapponia scivola in un inverno di volpi e tempeste di neve: un mondo il cui incanto verrà spezzato dalle risate del lettore di fronte agli scenari inverosimili dipinti per lui da Paasilinna.

“Il volpacchiotto correva nella torbiera con i suoi cinquecento marchi in bocca, ormai irraggiungibile.”

Del romanzo parliamo oggi pomeriggio alle h17 su Radio Voce Camuna (streaming dal sito della radio); il podcast della puntata verrà caricato domattina su quest’altra pagina. Buona lettura e buon ascolto,

Sandra Simonetti