Swing Time

novembre 16, 2017 in Puntate e recensioni

 

puntata del 16 novembre 2017

un libro di Zadie Smith,

Le case popolari di Londra, gli anni Ottanta e due ragazzine con altrettante cose in comune: un genitore dalla pelle scura e la passione per la danza. Questo è il contesto da cui parte l’ultimo – bellissimo! – romanzo della scrittrice Zadie Smith.

“Quell’autunno, durante i primi mesi della nuova scuola, scoprii cos’ero senza la mia amica: un corpo senza un contorno definito.”

Dai piccoli appartamenti dove lo sportello del forno aperto sbatte contro la parete di fronte, alle case lussuose di Londra e New York della popstar Aimee, diva acclamata da tutte le generazioni: questo il viaggio della protagonista, spesso compiuto a ritroso grazie a continui flashback per capire come, dopo l’ascesa, sia stata possibile una clamorosa caduta…

“Ma l’amica che ti sveglia da un sogno è una buona amica.”

Una narrazione in prima persona senza mai svelare il nome della protagonista, che sembra vivere la propria esistenza all’ombra di personalità femminili più “forti” (o forse solo maggiormente problematiche / egocentriche?) e che attraversa gli anni a passo silenzioso di danza, cercando le proprie radici come cittadina del mondo.

“La vidi sopra di me, sul balcone, in vestaglia e pantofole, le mani alzate, e girava, girava e i bambini intorno a lei, e tutti stavano ballando.”

Del libro parliamo oggi pomeriggio su Radio Voce Camuna, sempre alle h17:00 (streaming disponibile dal sito della radio); il podcast della puntata verrà caricato domattina su quest’altra pagina. Buona lettura e buon ascolto,

Sandra Simonetti