ALPI RIBELLI Storie di montagna, resistenza e utopia

gennaio 4, 2018 in Puntate e recensioni

puntata del 4 gennaio 2018

un libro di Enrico Camanni,

C’è un filo che collega l’arco alpino e che di valle in valle percorre tutta la dorsale: la ricerca – attraverso i secoli ed in diversi ambiti della vita – di portare avanti forme di resistenza. Un tentativo spesso utopico, come fa presagire il sottotitolo del libro di Camanni, ma estremamente affascinante e ispiratore.

“Oggi le Alpi sono un impasto di innovazione e tradizione, globale e locale, modernismo e nostalgia affondati nel cuore della vecchia Europa.”

L’autore traccia un percorso che di pendìo in pendìo e di vetta in vetta presenta le storie più significative di persone e monti; vite e testimonianze che da Guglielmo Tell in poi hanno generato dibattito e cercato una via alternativa per la vita in montagna. Oggi, le definiremmo storie resilienti.

“Montanari non si nasce, si diventa. Idoneità e autentificazione non passano dal certificato di residenza ma dalle nostre scelte e dalle nostre visioni, dal coraggio di sognare e fare.”

La bellezza di questo libro è che mischia l’amore per i paesaggi alpini – da scoprire, scalare, conoscere e riconoscere – alla ricerca storica (sino ai giorni nostri), passando per un grande punto di domanda: come tentare vie di resistenza alla società omologatrice? E poi ancora: quale vita per le Alpi, un mondo di ruderi, oppure l’inizio di un lungo viaggio di speranza responsabile?

“Se non ci parlano di cose alte, se non ci esortano una volta ancora ad alzare gli occhi e aprire la mente per guardare oltre, allora le Alpi non esistono.”

Del libro parliamo OGGI alle h17 su Radio Voce Camuna (seguiteci in streaming dal sito della radio), mentre il podcast della puntata sarà disponibile da domattina su quest’altra pagina. Buona lettura e buon ascolto,

Sandra Simonetti

PS: qui il teaser della puntata.