Dell’amore e di altri demoni

maggio 10, 2018 in Puntate e recensioni

 

puntata del 10 maggio 2018

un libro di Gabriel García Márquez,

La rabbia contratta dai denti e la bava di un cane al mercato affollato di indios, mercanzie, schiavi e fritture: da un semplice morso alla caviglia di una ragazzina di 12 anni prende il via questo breve romanzo; la storia alla sua base invece, muove le prime mosse da una fulgida chioma di 22 metri e 11 centimetri, ancora attaccata ad un teschio di ragazzina a circa due secoli dalla morte.

“Non è che la bambina sia negata per tutto, ma non è di questo mondo.”

Gabo, autore capace di magiche follie, è partito davvero da un cimitero sventrato – e dalla leggenda di una marchesina miracolatrice – per plasmare questo breve (170 pagine) ed intenso romanzo di altri tempi, ma dal richiamo universale.

“Fu nell’ultima cella di questo angolo di oblio che rinchiusero Sierva María, novantatré giorni dopo che era stata morsa dal cane e senza alcun sintomo della rabbia.”

Di quali demoni è capace l’amore? Quali ferite ci riporta alla luce il sentimento più grande di tutti? Quale confine esiste tra realtà e apparenza? Da un morso di cane rabbioso si passa ad un incontro tra anime diverse – salve o dannate non stava all’epoca dirlo e probabilmente non sta nemmeno a noi lettori – e dalla metà del libro alla fine delle rispettive vite, inestricabilmente legate.

“Se ne andò imbaldanzito dalla rivelazione che qualcosa di immenso e irreparabile aveva cominciato a prodursi nella sua vita.”

Del libro parliamo OGGI alle h17 su Radio Voce Camuna (l’ascolto via streaming è possibile dal sito della radio), mentre il podcast della puntata verrà caricato domani (su quest’altra pagina). Buona lettura e buon ascolto!

Sandra Simonetti

Se vi siete persi il video teaser della puntata (dallo Strigarium di Costa Volpino), lo potete guardare qui.