Marconi. Il ragazzo del wireless

giugno 17, 2015 in Puntate e recensioni

puntata del 18 giugno 2015

un libro di Barbara Valotti & Giancarlo Dalle Donne,

Chi era Guglielmo Marconi? Un eroe del secolo scorso, oppure uno Steve Jobs contemporaneo? Definire questo giovane inventore che a soli 23 anni divenne famoso in tutto il mondo può sembrare di per sè un’impresa. In realtà, i due autori sono riusciti a rendere in maniera lineare, scorrevole ed accattivante la sua vita.

Vicende biografiche ed avvenimenti a cavallo tra scienza, tecnica e passione vengono snocciolati in un susseguirsi preciso e semplice, la cui trama è intessuta tra la tenacia ed il sogno. Le difficoltà non sono mancate nella vita di Guglielmo Marconi, accusato di non essere uno scienziato ma solo e soltanto un uomo pratico; alle prese con l’invidia dei delatori e soprattutto con le pretese di chi diceva di essere arrivato prima di lui alla grande scoperta della telegrafia senza fili.

Il wireless, eccolo che è nato, dopo che dalla soffitta di Villa Griffone, il segnale ha fatto suonare il campanello oltre la collina. Nasce nel 1874, inizia a fare esperimenti prima dei vent’anni, a 23 come dicevamo è famoso in tutto il mondo, nel 1909 gli viene assegnato il Nobel per la Fisica. E poi la sua vita cambia e qui iniziano le difficoltà nel raccontarla.

Dal Secondo Doguerra in poi, la figura di Guglielmo Marconi verrà guardata di sbieco; il grande inventore, il giovane che si era creato la startup dopo avere curato i contatti e prestando sempre grande attenzione al rapporto con i media, colui che aveva attirato la curiosità di Kipling… scelse il Fascismo.

Così come la radio ha vinto al scommessa contro la distanza e la fisicità della comunicazione, allo stesso modo è necessario e possibile restituire la dignità a questo piccolo grande uomo, che ci piace ricordare in quella soffitta paterna mentre attende lo sparo del fucile: il campanello ha suonato, è nato il ragazzo del wireless!

Buona lettura e buon ascolto!

Sandra Simonetti